IL CINEMA DI OZPETEK DIVENTA FINE ART PRINT DI GRANDE FORMATO

Tag

Potrebbero interessarti

LUCA CAPUANO: “Refugee Heritage” – Lightbox Fine Art di Grande Formato @ Chicago Architecture Biennale 2019
Cortona on the Move 2020: stampa fine art e festival fotografici ai tempi del covid
Stampa collaborativa New York – Calenzano con Lawrence Beck per la realizzazione di due opere 150x185
ANDREA BOTTO – KA-BOOM: Large explosions requires large formats
ELEONORA SANTANNI e SERENA GALLORINI: “Le Scapate” – Stampa Inkjet Fine Art con Cornici Artigianali e Teca in Plexiglass @ GALLERIA SALA BANTI, Montemurlo
IL CINEMA DI OZPETEK DIVENTA FINE ART PRINT DI GRANDE FORMATO

FERZAN OZPETEK: "VENETIKA" @ MAXXI, ROMA.


Il nostro laboratorio fotografico professionale durante i suoi oltre quaranta anni di attività ha da subito cominciato a affiancare alle MIGLIORI TECNOLOGIE DI STAMPA FINE ART anche un vasta offerta di FINITURE ARTIGIANALI.

In questo modo siamo in grado di consegnare ai nostri clienti l'opera finita partendo dalle loro immagini e dalle loro idee. Infatti GESTENDO INTERNAMENTE TUTTE LE LAVORAZIONI siamo in grado non solo di garantire un altissimo grado di precisione ma anche di dare la possibilità di PROGETTARE INSIEME A NOI LE LORO OPERE.

Proprio per questo motivo alla nostra ampia clientela composta da autori legati al bellissimo mondo della fotografia hanno cominciato a affiancarsi sempre più autori contemporanei.
Chi si rivolge alla nostra esperienza non cerca solamente il meglio della stampa fotografica sia essa INKJET FINE ART o STAMPA CROMOGENICA LAMBDA ma anche la possibilità di rifinire le proprie opere con CORNICI ARTIGIANALI, PANNELLIZZAZIONI, MONTAGGIO FOTO SOTTO PLEXIGLAS e LIGHTBOX ARTIGIANALI.



La nostra variegata e esigente committenza è accomunata dal bisogno di affidarsi a una singola realtà aziendale capace di gestire in maniera centralizzata la produzione delle loro opere.
A questo proposito “Venetika” di Ferzan Ozpetek: realizzata con la curatela di Giovanna Zabotti, rappresenta perfettamente il tipo di produzioni che ci vedono impegnati quotidianamente oltre alle classiche mostre fotografiche.

Nel cubo rosso di 7x7 mt, posizionato all'ingresso del museo MAXXI di Roma, che ospita questa particolare installazione sono presenti media estremamente diversi fra di loro come: video arte, arte site specific e stampa fotografica fine art.
Produrre opere destinate a un contesto così vario è sempre una grande sfida in quanto è fondamentale che tutti i vari generi presenti, pur mantenendo le loro peculiarità, siano uniti dalla medesima estetica.

In realtà “Venetika” del regista Ferzan Ozpetek nasce come un'opera di videoarte di un minuto che fu presentata per la prima volta nel 2019 in occasione della 58° Biennale di Venezia.Durante i sessanta secondi del video, Kasia Smutniak immersa in un sottile e cangiante strato di acqua, diventa sia lo sfondo che la protagonista di un continuo flusso di immagini di Venezia che le vengono proiettate addosso. Si tratta di un'opera che indaga l'identità fluida e cangiante della città di Venezia all'interno della quale l'umanità è sospesa in un eterno liquido amniotico.




A distanza di quasi tre anni dal suo debutto in Biennale “Venetika” è ora riproposta al museo Maxxi di Roma con la curatela di Giovanna Zabotti. Si tratta tuttavia di una versione allargata che comprende anche 5 STAMPE FOTOGRAFICHE FINE ART 150x226 cm RIFINITE CON CORNICI FLOATING SU MISURA tratte dai frame più suggestivi del video originale.
Ed è proprio di questa ultima parte che ci siamo occupati all'interno dei nostri 600mq di spazio di LABORATORIO FOTOGRAFICO PROFESSIONALE SITUATO ALLE PORTE DI FIRENZE.

Giovanna Zabotti ci ha affidato sia L'OTTIMIZZAZIONE che la COLOR CORRECTION DEI FRAME DEL VIDEO IN FUNZIONE DELLA LORO STAMPA in grandissimo formato con tecnologia inkjet fine art.
Una volta portate a dimensione le immagini mediante un FLUSSO DI LAVORO DEDICATO AGLI INGRANDIMENTI ESTREMI ci siamo focalizzati sulla color correction e sulle correzioni tonali per AVERE IL MASSIMO IN FASE DI STAMPA.
In questo ultimo e delicato frangente si è rivelata fondamentale la COLLABORAZIONE CON LA CURATRICE E FERZAN OZPETEK per i quali abbiamo realizzato numerose test print che sono state poi al centro di una intensa SESSIONE DI STAMPA COLLABORATIVA.
Abbiamo così ottenuto IMMAGINI ESTREMAMENTE SUGGESTIVE IN LINEA CON LA VISIONE DEL LORO CREATORE.

Per quanto riguarda la scelta della carta e della tecnologia di stampa all'inizio c'era il dubbio se realizzare delle STAMPE FINE ART GICLEE oppure mediante INGRANDITORE DIGITALE LAMBDA DURST trattate poi con finishing opacizzante.
Alla fine per dare un'estetica “bagnata” alle opere che risultasse omogenea con quella del video e dell'installazione la scelta è ricaduta su una carta satinata museale Canson stampata con tecnologia Inkjet Fine Art Epson di ultima generazione.

Considerato l'ambente estremamente buio dell'installazione come finitura è stata scelta UNA CORNICE FLOATING IN LEGNO NATURALE NERA in modo da far galleggiare le immagini all'interno di una sottilissima outline.
La cornice a galleggiamento è infatti un'ottima soluzione per opere di qualsiasi formato poiché riesce a staccare l'immagine dal contesto di installazione in maniera minimale e elegante.



La bellezza del nostro lavoro consiste nel fatto che ogni giorno ci porta nuovi autori e nuove sfide. Effettivamente fino a pochi giorni prima di incontrare Giovanna Zabotti e l'opera di Ferzan Ozpetek sarebbe stato difficile immaginare che dei frame still di un video sarebbero potute diventare suggestive fine art print 150x226.

Il risultato ha sorpreso tutti, in particolar modo il regista e l'attrice Kasia Smutniak che sono rimasti stupiti dall'imponenza di questi frame video che il nostro laboratorio fotografico ha trasformato in sette oggetti d'arte ora in mostra presso il prestigioso museo MAXXI di Roma.