Ecco come abbiamo realizzato

Tag

Potrebbero interessarti

SANTIAGO SIERRA e HIWA K per PROMETEO GALLERY @ ARTISSIMA 2019, Torino.
MAURIZIO BERNI: “Natura e Musica” @ Piazza del Mercato di Siena
WOLFGANG LUDES: "The Chanel Paris Years" @ Academy F, Firenze.
Marinella Senatore per Alfabeto Treccani: “Bodies in Alliance/Politics of the Street” – Stampa Certificata Inkjet Fine Art con Cornici Artigianali e Finiture Personalizzate
ADAMO ANTONACCI/STRANEMANI: “Divine Creature” @ MUSEI VATICANI
Ecco come abbiamo realizzato

JR: “La Ferita” - Opera Site Specific con Stampa Diretta di Grandissimo Formato @ Palazzo Strozzi, Firenze


Il nostro laboratorio fotografico professionale opera nel settore della STAMPA FINE ART e delle FINITURE ARTIGIANALI ormai da quaranta anni.
Grazie alla VASTA GAMMA DI SERVIZI CHE OFFRIAMO siamo in grado di supportare le più variegate tipologie di committenza garantendo in tutti casi un servizio improntato sulla sartorialità.
Per questo motivo negli anni abbiamo aggiunto alla nostra clientela di: fotografi professionisti, interior designer anche un grande numero di artisti contemporanei e gallerie.
Da anni le opere prodotte nel nostro laboratorio sono presenti in importanti contesti nazionali e internazionali che vanno dalla Biennale di Venezia a Art Basel e Miami.

Chiaramente siamo attivissimi anche all'interno del nostro amato territorio che grazie a istituzioni come Galleria Continua e alla Fondazione Palazzo Strozzi attira le eccellenze della creativitià e dell'arte.
Lavoriamo infatti da anni a stretto contatto con lo staff che si occupa delle mostre a Palazzo Strozzi con cui avevamo precedentemente collaborato alla produzione della MOSTRA PERSONALE DI AI WEIWEI.

Alla base di queste longeve collaborazioni c'è il nostro "mantra" che consinste nella consapevolezza che "UN'OTTIMA STAMPA FINE ART E' SOLO L'INIZIO DEL LUNGO PERCORSO CHE PORTA ALL'OPERA FINITA". Il nostro impegno è quindi quello di gestire internamente tutte le lavorazioni in modo da proporre soluzioni specifiche e avere sempre il flusso di lavoro sotto controllo. In questo modo siamo in grado non solo di PRODURRE INTERE MOSTRE FOTOGRAFICHE ma anche PROGETTARE CON GLI AUTORI COMPLESSE INSTALLAZIONI.


Poter lavorare in maniera collaborativa con gli artisti e i committenti è una delle ragioni, per le quali i protagonisti dell'arte contemporanea, come GALLERIA CONTINUA si affidano alla nostra esperienza in maniera continuativa ormai da più di venti anni.
E'  proprio in funzione di questa continuità e affidabilità che siamo stati contattati dai nostri amici di Galleria Continua per realizzare la monumentale oepra di JR che avrebbe campeggiato sula facciata di Palazzo Strozzi.

Paradossalmente per completare questa opera dalle INCREDIBILE DIMENSIONE DI 28x33 METRI  abbiamo attuato lo stesso approccio che utilizziamo quando dobbiamo realizzare una “normale” mostra o installazione.
Questo perchè per noi ogni opera è un pezzo unico che merita lo studio di soluzioni dedicate a prescindere dalle dimensioni.

Nello specifico la produzione e l'installazione di questa opera di JR ci hanno visti lavorare insieme a altre aziende leader del loro settore.
Per quanto possibile tendiamo a gestire internamente tutte le lavorazioni anche se in alcuni casi ricorriamo alle eccellenze del nostro territorio per fortuna ricco di realtà artigianali e industriali tecnologicamente avanzate.

Trattandosi di un'opera site specific di dimensioni enormi e esposta agli elementi abbiamo subito escluso la STAMPA FINE ART INKJET e anche quella CROMOGENICA CON INGRANDITORE DIGITALE LAMBDA.
Queste due tecnologie pur dando risultati inarrivabili da un punto di vista cromatico e di durata (in condizioni ambientali controllate) non sono state pensate per l'esposizione diretta agli elementi e alla luce diretta del sole.



La cosa che ha reso particolarmente complesso la scelta della corretta tecnologia di stampa per l'opera di JR è il fatto che "La Ferita" è un'immagine in bianco e nero. Banalmente si pensa che chi si occupa di STAMPA FINE ART FOTOGRAFICA trovi le maggiori difficoltà quando deve lavorare immagini a colori. 
Questo è in parte vero anche se in realtà trasformare immagini bianco e nero in stampe monocromatiche realmente neutre e ricche di passaggi tonali non è affatto scontato.
Chiaramente la STAMPA GICLEE è la più indicata per questo tipo di immagini grazie a canali di stampa che utilizzano cartucce di pigmenti monocromatici. 

Come anticipato precedentemente tuttavia non siamo potuti ricorrere alla stampa inkjet per motivi di installazione e siamo dovuti quindi ripiegare sulla STAMPA DIRETTA UV SU LASTRE DI DIBOND.
La stampa diretta nasce per scopi commerciali come ad esempio realizzare cartellonistiche pubblicitarie o decorazioni per interni e infografiche. Il controllo colore che si ha con questa tecnologia è abbastanza limitato quindi realizzare la grande serie di pannelli che compongono l'immagine finale dell'installazione ha richiesto grande impegno.



I limiti della stampa diretta effettuata con tecnologia UV sono essenzialmente costituiti da una bassa risoluzione che si manifesta con un "punto" di stampa abbastanza visibile e un gamut cromatico abbastanza contratto.
Inoltre trattandosi di un'opera composta da centinaia di pannelli stampati in maniera monocromatica è stato fondamentale gestire il flusso di stampa in maniera attenta in modo da garantire la massima uniformità tonale.
Il timore era che una volta montata l'opera sembrasse un "patchwork" piuttosto che un'immagine unica e coerente.

Come anticipato precedentemente L'OPERA E' STATA REALIZZATA GIUSTAPPONENDO CENTINAIA DI PANNELLI DI DIBOND CON STAMPA DIRETTA UV. Questo ha posto una sfida ulteriore a quella del controllo colore in fase di stampa in quanto è stato necessario TAGLIARE OGNI SINGOLO PANNELLO MEDIANTE UNA FRESA A CONTROLLO NUMERICO in modo che il "puzzle" finale potesse essere giuntato dagli installatori in maniera impeccabile.

javascript:void(0)

Non possiamo negare che le giornate dell'installazione ci hanno fatto tenere il fiato sospeso poichè il risultato finale sarebbe stato visibile solamente al momento della applicazione dell'ultimo pannello sulla facciata di Palazzo Strozzi.
Alla fine grazie a una attenta progettazione e alla maestria della ditta incaricata dell'installazione siamo riusciti a realizzare un'opera davvero imponente e dalle caratteristiche.

Lavorare con e per autori del calibro di JR a fianco di realtà fondamentali per il panorama dell'arte contemporanea come Galleria Continua e La Fondazione Palazzo Strozzi ci permette di maturare continuamente la nostra expertise. Tutto questo ha ricadute positive sul nostro metodo di lavoro in quanto possiamo riproporre anche in “piccolo” quanto appreso e viceversa.



Infatti “La Ferita” di JR pur essendo stata realizzata con tecniche e tecnologie "non fine art" a causa delle sue enormi dimensioni e della sua natura site specific in realtà incarna perfettamente l'approccio sartoriale con il quale il nostro laboratorio fotografico professionale affronta ogni commissione.